Modello Obama

Me lo chiedevano in tanti, durante e dopo i miei giorni a Chicago. “Ma cosa possiamo imparare dalla campagna di Obama?”

E, come ho sempre detto, ci sono cose da cui potremmo prendere spunto e “importare” anche qui, ed altre decisamente no (probabilmente la maggior parte). Perché è totalmente diverso il contesto culturale e politico, così come il tessuto sociale. Per non parlare del fatto che lì la campagna si rivolge a un numero infinitamente più elevato di elettori, con tutto quel che comporta.

Però, ecco, è giustissimo il tentativo di chi ha guidato quella straordinaria compagine, ed ora prova ad applicare il modello a nuove campagne.La vera sfida sarebbe riuscire a rivitalizzare un po’ la campagna qui da noi, in Italia. Che in questi giorni a guardare la televisione e leggere i giornali viene una certa tristezza, e a vedere certi spot e manifesti vien voglia di spararsi al ginocchio.

Riuscire a iniettare in questa battaglia un po’ di quell’entusiasmo trascinante, e, perché no, anche una punta di estetica, questa sarebbe la vera sfida. Anche perché noi italiani abbiamo il sangue caldo, sotto sotto. Sarebbe il caso ti scendere tutti in campo e renderla anche nostra, questa campagna.

Insomma, speriamo che prima del 24 e 25 febbraio ci sia qualche sorpresa.😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...